Cerca
  • Susanna Gristina

8 Marzo con Korai x Kente: a Palazzo delle Aquile si celebra la donna


Le donne di Kòrai con la Consigliera Rita Vinci

Oggi in tutto il mondo si celebrano le donne, i loro sacrifici, le loro conquiste, la loro creatività, le loro capacità, le loro sfide. A Palermo stamattina, su iniziativa della Consigliera comunale Rita Vinci, si è svolto un momento a loro dedicato: "Donne in tutti i sensi", evento giunto alla sua terza edizione.


Nell'atrio di Palazzo delle Aquile in un clima di gioia e di festa, ma al contempo di riflessione, è stato consegnato un riconoscimento ad alcune donne che si sono distinte in ambito sociale e non solo. Donne che esprimono il loro impegno nei campi dell'arte, della cultura e del sociale, ciascuna con un contributo unico ed originale.


La manifestazione, apertasi con l'inno nazionale ed i coinvolgenti brani della Corale della Polizia municipale, diretta da Serafina Sandovalli, è proseguita sulle note del Coro di Brancaccio, guidato da Giovanna Pia Ferrara. Ad impreziosirla ulteriormente sono stati ancora il canto popolare dell'artista Costanza Licata, accompagnata alla chitarra dal Maestro Davide Velardi, ed una emozionante Gabriella Pellitteri, che ha interpretato alcuni brani tratti dalla Divina Commedia.


Momento clou dell'evento, coordinato con maestria dal giornalista Roberto Oddo, è stata la premiazione di donne che si distinguono ogni giorno per i loro più diversi carismi e per il loro impegno, come Giovanna Pia Ferrara, musicista che ha organizzato un coro polifonico con le donne di Brancaccio; Abibata Konate, presidente dell’associazione “Mamma Africa”; suor Susanna Scaraggi, del centro di accoglienza San Vincenzo De Paoli; Amalia Settineri, procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei minori di Palermo; Nadine Abdia, consigliera della Consulta comunale delle Culture; Maria Prestigiacomo, presidente dell’Amap, nei giorni scorsi oggetto di intimidazioni; Regina Satariano, responsabile nazionale del Movimento di Identità Transessuale; l’artista ipovedente Gabriella Pellitteri; Serafina Sandovalli, direttore della Corale della Polizia municipale.


La Corale della Polizia municipale di Palermo
L'esibizione di Costanza Licata e Davide Velardi

E' in questo contesto che Korai - Territorio, Sviluppo e Cultura è stata invitata oggi a presentare il suo ultimo progetto: Korai x Kente, ideato e realizzato da donne e a sostegno delle donne.

Il progetto, curato dalle giovani professioniste di questa impresa cooperativa culturale, mira alla valorizzazione creativa della cultura ghanese - la cui comunità in Sicilia è molto vasta - e di quella siciliana; si fonda sul recupero delle attività artigiane made in Sicily applicate al tessuto regale ghanese, il Kente, da secoli prodotto nella regione Ashanti; e coinvolge un network di artigiani e designer siciliani composto principalmente da donne. E' dalla sperimentazione creativa di donne designer e architetto votate all'Arts&Craft del nuovo millennio che nascono infatti oggetti di design e preziosi accessori Korai x Kente. Ma non è finita qui.


La presentazione del progetto Korai x Kente

Sono ancora donne le destinatarie di una quota delle vendite delle realizzazioni ethnic-eco-chic targate KxK e partners: Korai x Kente ha infatti sposato "Yendaakyee - Il nostro futuro", iniziativa di microcredito per le donne ghanesi promossa da Ashanti Development. Una quota derivante dalla vendita degli accessori made in Sicily in Kente sostiene un gruppo di donne del villaggio di Mpantuase sapientemente guidate da Ashanti Development nell'avviare la loro prima attività lavorativa. Donne, dunque, che sostengono altre donne.


Tutto questo è stato presentato oggi nell'ambito di questa gioiosa manifestazione, voluta fortemente da Rita Vinci, e rivelatasi un’occasione per conoscere tante realtà e personalità dell’universo femminile nelle sue diversissime - e per questo ancor più ricche - sfaccettature. Un modo per conoscere, ricordare, celebrare e mettere in evidenza i frutti del multiforme genio femminile e la semplicità e bellezza di un impegno quotidiano vissuto con dedizione nei campi del sociale, dell'arte e della cultura.


Abbiamo scelto questa data – afferma Rita Vinciper ricordare come le donne si distinguano da sempre per il proprio impegno sociale. Un’attività quotidiana, che spesso non è fatta sotto i riflettori, ma si svolge in silenzio, grazie a un lavoro paziente e incessante. La manifestazione di quest’anno, inoltre, ha per tema principale quello dell’integrazione e dei diritti, che dovrebbero essere sempre garantiti e rispettati. L’indipendenza è la base della libertà”.


E allora auguri a tutte le donne, vicine e lontane, affermate nel lavoro e negli affetti o ancora alla ricerca di un loro ruolo, libere ed indipendenti o nella necessità di trovare una liberazione ed una affermazione di diritti negati. A tutte l'augurio di potere esprimere nel tempo della loro vita progettualità, tenacia nel raggiungimento degli obiettivi, accoglienza, comprensione, solidarietà, creatività e ingegno!

Membri di Korai con artigiani

4 visualizzazioni0 commenti