LE KxK MAXI BAG

Tradizione, design e innovazione: così nasce la prima linea di borse KxX.

Parte della collezione è il frutto dello studio di design innovativo di oggetti tipici della tradizione rurale siciliana come “la coffa”, la cesta che veniva impiegata nelle campagne per dare il foraggio ai cavalli o sui muli per il trasporto del materiale, ottenuta dall’intreccio a mano della “curina”, la parte tenera delle foglie di palma nana siciliana. Oggi, la coffa siciliana ha varcato i confini isolani e cambiato veste, e da umile attrezzo da lavoro è stata rivisitata, adornata, trasformata e proposta nelle collezioni di stilisti famosi in tutto il mondo.

Il design delle KxK bags, partendo dall’originale coffa e da altri oggetti siciliani come la borraccia in pelle di capra di pastori e bovari, raddoppiata, ribaltata, stirata, allungata e schiacciata, per creare un nuovo oggetto: un accessorio di alta moda che unisce tradizione e innovazione e che stravolge le regole, ma che affonda le sue radici culturali nella storia della nostra Sicilia. Alcuni altri particolari rimandano volutamente ad elementi tipici della tradizione siciliana come il caratteristico "giummo" attaccato alla cerniera posta all'esterno.

Il Kente, tessuto simbolo della tradizione ghanese, diventa qui, nella rivisitazione del linguaggio di una tradizione e cultura, l'ulteriore elemento di innovazione che conferisce al prodotto originalità e unicità.

L’esclusività di queste borse, prodotte in serie limitate e numerate, è inoltre frutto del lavoro di esperti artigiani siciliani, partner del progetto e membri del KxK Network Lab. Essi assemblano il Kente con tessuti pregiati e materiali di scarto provenienti da lavorazioni pregresse di importanti case di alta moda, che riciclati e valorizzati dal Kente, rendono a tutti gli effetti le borse KxK dei pezzi unici ed assolutamente irripetibili.

Tradizione, design e innovazione: così nasce la prima linea di borse KxX.

Parte della collezione è il frutto dello studio di design innovativo di oggetti tipici della tradizione rurale siciliana come “la coffa”, la cesta che veniva impiegata nelle campagne per dare il foraggio ai cavalli o sui muli per il trasporto del materiale, ottenuta dall’intreccio a mano della “curina”, la parte tenera delle foglie di palma nana siciliana. Oggi, la coffa siciliana ha varcato i confini isolani e cambiato veste, e da umile attrezzo da lavoro è stata rivisitata, adornata, trasformata e proposta nelle collezioni di stilisti famosi in tutto il mondo.

Il design delle KxK bags, partendo dall’originale coffa e da altri oggetti siciliani come la borraccia in pelle di capra di pastori e bovari, raddoppiata, ribaltata, stirata, allungata e schiacciata, per creare un nuovo oggetto: un accessorio di alta moda che unisce tradizione e innovazione e che stravolge le regole, ma che affonda le sue radici culturali nella storia della nostra Sicilia. Alcuni altri particolari rimandano volutamente ad elementi tipici della tradizione siciliana come il caratteristico "giummo" attaccato alla cerniera posta all'esterno.

Il Kente, tessuto simbolo della tradizione ghanese, diventa qui, nella rivisitazione del linguaggio di una tradizione e cultura, l'ulteriore elemento di innovazione che conferisce al prodotto originalità e unicità.

L’esclusività di queste borse, prodotte in serie limitate e numerate, è inoltre frutto del lavoro di esperti artigiani siciliani, partner del progetto e membri del KxK Network Lab. Essi assemblano il Kente con tessuti pregiati e materiali di scarto provenienti da lavorazioni pregresse di importanti case di alta moda, che riciclati e valorizzati dal Kente, rendono a tutti gli effetti le borse KxK dei pezzi unici ed assolutamente irripetibili.

KxK BY LE CURINE COLLECTION
limited edition
Le PVC KxK

Tradizione, design e innovazione: così nasce la prima linea di borse KxX.

Parte della collezione è il frutto dello studio di design innovativo di oggetti tipici della tradizione rurale siciliana come “la coffa”, la cesta che veniva impiegata nelle campagne per dare il foraggio ai cavalli o sui muli per il trasporto del materiale, ottenuta dall’intreccio a mano della “curina”, la parte tenera delle foglie di palma nana siciliana. Oggi, la coffa siciliana ha varcato i confini isolani e cambiato veste, e da umile attrezzo da lavoro è stata rivisitata, adornata, trasformata e proposta nelle collezioni di stilisti famosi in tutto il mondo.

Il design delle KxK bags, partendo dall’originale coffa e da altri oggetti siciliani come la borraccia in pelle di capra di pastori e bovari, raddoppiata, ribaltata, stirata, allungata e schiacciata, per creare un nuovo oggetto: un accessorio di alta moda che unisce tradizione e innovazione e che stravolge le regole, ma che affonda le sue radici culturali nella storia della nostra Sicilia. Alcuni altri particolari rimandano volutamente ad elementi tipici della tradizione siciliana come il caratteristico "giummo" attaccato alla cerniera posta all'esterno.

Il Kente, tessuto simbolo della tradizione ghanese, diventa qui, nella rivisitazione del linguaggio di una tradizione e cultura, l'ulteriore elemento di innovazione che conferisce al prodotto originalità e unicità.

L’esclusività di queste borse, prodotte in serie limitate e numerate, è inoltre frutto del lavoro di esperti artigiani siciliani, partner del progetto e membri del KxK Network Lab. Essi assemblano il Kente con tessuti pregiati e materiali di scarto provenienti da lavorazioni pregresse di importanti case di alta moda, che riciclati e valorizzati dal Kente, rendono a tutti gli effetti le borse KxK dei pezzi unici ed assolutamente irripetibili.